Imágenes de páginas
PDF
EPUB

XC.

REGIO DECRETO che istituisce in Milano un collegio di probi

viri per le industrie del vestiario e della biancheria con- . fezionata.

3 marzo 1904.

(Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del Regno il 28 marzo 1904, n. 74)

VITTORIO EMANUELE III
PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTÀ DELLA NAZIONE

RE D'ITALIA

Veduta la legge del 15 giugno 1893, n. 295, sui collegi di probi-viri per le industrie;

Veduto il regolamento approvato con regio decreto del 26 aprile 1894, n. 179, per l'esecuzione di detta legge;

Sentito l'avviso degli enti indicati nell'art. 2 della legge predetta;

Sulla proposta dei Nostri ministri segretari di Stato per la grazia, la giustizia ed i culti, e per l'agricoltura, l'industria e il commercio;

Abbiamo decretato e decretiamo:

Art. l.

È istituito in Milano un collegio di probi-viri per le industrie del vestiario e della biancheria confezionata, con giurisdizione sul territorio del comune stesso.

e

Art. 2.

Il collegio sarà formato di 20 componenti, di cui 10 industriali e 10 operai.

Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti del Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo o di farlo osservare.

Dato a Roma, addì 3 marzo 1904.

VITTORIO EMANUELE

Registrato alla Corte dei conti addì 24 marzo 1904.
Reg. 15. Atti del Governo a f. 174. F. MEZZETTI.
Luogo del Sigillo. V. Il Guardasigilli RONCHETTI.

RAVA.
RONCHETTI

XCI.

REGIO DECRETO che scioglie la camera di commercio ed arti

di Brescia e ne affida la temporanea amministrazione al cav. Carlo Baresaoni.

6 marzo 1904.

(Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del Regno il 31 marzo 1904, n. 76)

VITTORIO EMANUELE III

PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTÀ DELLA NAZIONE

RE D'ITALIA

Veduti gli articoli 4, 23 e 24 della legge 6 luglio 1862, n. 680;

Sulla proposta del Nostro ministro segretario di Stato per l'agricoltura, industria e commercio;

Abbiamo decretato e decretiamo:

Art. 1. La camera di commercio ed arti di Brescia è sciolta e l'amministrazione di essa è affidata al sig. cav. Carlo Baresani sino all'insediamento della nuova camera.

La spesa relativa sarà posta a carico della camera di commercio ed arti suddetta.

Art. 2. Le elezioni comunali e l'insediamento della nuova rappresentanza avranno luogo nei giorni che saranro stabiliti con

decreto ministeriale entro i termini fissati dall'a' t. 23 della legge 6 luglio 1862, n. 680.

Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti del Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

Dato a Roma, addì 6 marzo 1904.

VITTORIO EMANUELE

Registrato alla Corte dei conti achii 24 marzo 1904.

Reg. 15. Atti del Governo a f. 173. F. MEZZETTI. Luogo del Sigillo. V. Il Guardasigilli RONCHETTI.

Rava.

XCII.

REGIO DECRETO che approva il regolamento per il conferi

mento della borsa di studio Sensales in Catanzaro.

31 gennaio 1094.

(Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del Regno il 31 marzo 1904, n. 76)

VITTORIO EMANUELE III

PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTÀ DELLA NAZIONB

BE D'ITALIA

[ocr errors]

Visto il testamento olografo del fu comm. Giuseppe Sensales, senatore del Regno, in data del 20 luglio 1899, col quale si dispone fra l'altro un legato di annue lire 1,300 di rendita lorde, a favore del comune di Catanzaro, da destinarsi sotto forma di borsa di studio ad un giovane di ottima condotta morale, che abbia compiuto il corso di istruzione secondaria classica o di istituto tecnico e non sia in grado per mancanza di mezzi pecuniari di proseguire negli studi;

Veduto lo schema di regolamento approvato dal consiglio comunale di Catanzaro per i conferimenti della borsa di studio

i suddetta ;

Sentito il parere del consiglio di Stato;

Sulla proposta del Nostro ministro segretario di Stato per la pubblica istruzione;

Abbiamo decretato e decretiamo:

« AnteriorContinuar »