Beiträge zur italienische Geschichte, Volumen6

Portada
1857
0 Opiniones
Las opiniones no están verificadas, pero Google revisa que no haya contenido falso y lo quita si lo identifica
 

Comentarios de la gente - Escribir un comentario

No encontramos ningún comentario en los lugares habituales.

Páginas seleccionadas

Otras ediciones - Ver todas

Términos y frases comunes

Pasajes populares

Página 239 - Dante et les origines de la langue et de la littérature italiennes.
Página 211 - L'antica madre, è ver, d'inerzia ingombra, ebbe molti anni l'arti sue neglette: ma per lei stava del gran nome l'ombra. Italia, a quai ti mena infami strette il non esser dai Goti appien disgombra! Ti son le ignude voci anco interdette...
Página 211 - L'antica madre, è ver, d'inerzia ingombra, Ebbe molti anni l'arti sue neglette, Ma, per lei stava del gran nome l'ombra. Italia, a quai ti mena infami strette II non esser dai Goti appien disgombra! Ti son le ignude voci anco interdette.
Página 392 - Trust not for freedom to the Franks — They have a king who buys and sells; In native swords and native ranks The only hope of courage dwells: But Turkish force and Latin fraud Would break your shield, however broad.
Página 365 - which you did me the honour to subscribe for.' — 'Oh,' said Bentley, 'ay, now I recollect — your translation: — it is a pretty poem, Mr. Pope; but you must not call it Homer?
Página 381 - ... sacro a Dio mosse le penne. Era preghiera, e mi parea lamento, d'un suono grave flebile solenne, tal che sempre nell'anima lo sento: e mi stupisco che in quelle cotenne, in que' fantocci esotici di legno, potesse l'armonia fino a quel segno.
Página 391 - On Suli's rock, and Parga's shore. Exists the remnant of a line Such as the Doric mothers bore: And there, perhaps, some seed is sown The Heracleidan blood might own.
Página 444 - D'un affetto che in core non fu. Odio il verso che imbelle desio Delle verdi negate corone Colle sparte reliquie compone Di canzoni d'eterna virtù! Odio il verso che stanca la mente Di scienza con vano apparecchio; Odio il verso che sazio l'orecchio, Ma diginn l'intelletto lasciò.
Página 443 - Olimpo sedenti Più la terra ricompra non sogna, E l' oscena vetusta menzogna Vóta suona, e concetto non ha. Odio il verso che spunta restio Della mente con lungo tormento. Odio il verso che finge l' accento D'un affetto che jn core non fu. Odio il verso che imbelle desio Delle verdi negate corone Colle sparte reliquie compone Di canzoni d
Página 318 - Roma per impedire che ne la veritä di dogmi si palesasse ne la riforma del papato e della Chiesa si trattasse.

Información bibliográfica